È tempo di benessere: lasciati ispirare dalla saggezza che viene dal Giappone

Rallenta. Fermati un momento e prendi un respiro profondo.
È giunto il momento di ritrovare l’equilibrio, di (ri)scoprire il contatto con te stesso e con ciò che ti sta attorno. Di assaporare fino in fondo la perfezione nascosta nelle piccole cose, la fragile ma maestosa bellezza e armonia della natura.

Non preoccuparti: non è necessario essere monaci shintoisti o anziani maestri zen per ritrovare il benessere perduto, ma certamente la cultura giapponese ha molto da insegnare a chi desidera sintonizzare il proprio io al ritmo lento della natura, per ritagliarsi un piccolo angolo di pace interiore.

Ciò che serve è un cambio di prospettiva e certo non è facile riuscirci da soli. Per questo, abbiamo pensato a una collana di libri che ti aiuterà a intraprendere il cammino verso la pace interiore. Il primo passo è quello decisivo: accettare che tutto nella vita è transitorio e incompleto, iniziando ad apprezzare l’intima bellezza di questa imperfezione universale. È il concetto del “Wabi sabi”, pilastro della filosofia zen e dell’estetica giapponese, che in questo libro viene spiegato e trasformato in un metodo motivazionale concreto, capace di ridefinire le priorità della vita e gestire le pressioni interne ed esterne.

Per non farsi dominare dall’ansia, sgomberare la mente e fare il pieno di energia positiva, dal Paese del Sol Levante proviene un altro utile consiglio. Lo “Shinrin-yoku” (letteralmente “fare bagni nel bosco”) è in Giappone una pratica antica ma ancora comune, che permette di rimanere in contatto con la natura. Concedersi una tranquilla camminata in un bosco seguendo la pratica millenaria dei maestri giapponesi è infatti un’ottima soluzione per contrastare lo stress della città che influisce positivamente anche sul benessere e sulla salute dell’intero organismo.

Se, invece, desideri imparare a trasformare in opportunità le difficoltà quotidiane, l’insegnamento da seguire è quello del “Kintsukuroi”, antica arte giapponese del riparare con materiali preziosi le ceramiche danneggiate. Una tecnica affascinante e densa di significati, metafora di un nuovo modo di guardare le ferite della vita e le cicatrici dell’anima: ogni delusione, ogni fragilità che ci caratterizza non è segno di debolezza, ma una traccia indelebile di ciò che siamo e della nostra forza di resistere alle avversità.

E per chiudere, una semplice idea da applicare al tuo quotidiano, perché il segreto per iniziare ogni giorno con il giusto ottimismo risiede già in te. Tutti abbiamo infatti un “Ikigai”, un motivo per alzarci tutte le mattine: bisogna solo imparare ad ascoltarlo. Per farlo, ecco un utile diario ikigai da riempire di pensieri e sensazioni, per leggersi dentro e iniziare a conoscersi e comprendersi meglio.