L'arte della lentezza, per vivere la vita al ritmo giusto

Quando il gioco si fa duro, è il momento di rallentare. Contrariamente all'opinione comune, che ci vuole sempre in forma, scattanti, sul pezzo, informati, alla moda, impegnati in mille iniziative e sempre di fretta, ciò che davvero ci farebbe bene è imparare ad abbassare i giri, frenare un po', e goderci di più quello che facciamo. L'arte della lentezza di Véronique Aïache è proprio questo: un invito a mettere in pausa il caos interiore e adeguare il passo della nostra vita a un ritmo che è solo nostro, non più schiavo del turbinio del mondo.

Sembra più facile a dirsi che a farsi, certo. Ma non è proprio così. In questo volume l'autrice accompagna il lettore in un vero e proprio percorso catartico, scandito in poche semplici tappe. Primo: la consapevolezza. Perché non c'è niente come rendersi conto di essere intrappolati in un groviglio di stress, fatica e agitazione per farci desiderare di spezzare il circolo vizioso e ricominciare da capo. Secondo: passare all'azione. Ecco venirci in aiuto tantissimi suggerimenti, tratti da filosofi, monaci orientali, psicologi e trainer di tutto il mondo, perfetti per riprendere in mano la propria vita un passo alla volta, rallentando il ritmo. 

E allora si riscopre il valore della mindfulness, dell'essere presenti a noi stessi valorizzando il nostro qui e ora. Senza affannarci alla rincorsa di un futuro imprendibile e senza essere prigionieri dei fantasmi o rimorsi del passato. Tanti piccoli gesti quotidiani che, se compiuti con costanza, hanno il magico potere di cambiare la vita in meglio: fare silenzio 5 minuti al giorno, mettere via il maledetto cellulare, concedersi del tempo per se stessi, non avere paura del tempo che passa e abbracciare il corso degli eventi senza esserne sopraffatti. 

Un libro prezioso, da leggere e rileggere per trovare l'equilibrio e affrontare la vita al giusto ritmo.